HOME

STILE ITALIA

SALE RICEVIMENTI


Il pane e la pizza fatti con l'impastatrice a spirale

Il pane e la pizza fatti con l'impastatrice a spirale


L'impastatrice a spirale è impiegata principalmente nel panificio o nella pasticceria industriale od artigianale, nell'atto di impastare la farina di frumento con l'acqua, lievito, sale, lievito madre, zucchero, ecc. La vasca, dall'introduzione delle normative haccp, è in acciaio e di forma cilindrica. Essa, durante la fase di impasto, ruota sul proprio asse in modo da facilitare l'impastamento. La spirale gira lungo il proprio asse generando un'azione di stiramento ed allungamento della maglia glutinica. Generalmente è presente un "piantone" centrale fisso, che serve per facilitare l'impasto. Tale azione di "stiramento" del glutine e di forte attrito, provoca un riscaldamento dell'impasto.
L'impastatrice permette infatti di amalgamare e lavorare perfettamente gli ingredienti necessari per la realizzazione di impasti per la pizza, per il pane e per la pasta.
La vasca dell'impastatrice a spirale può essere sia di tipo fisso, sia si tipo asportabile, sia di tipo ribaltabile. Quest'ultima facilita le operazioni di svuotamento in quanto riversa l'impasto sul piano di lavorazione. Gli ingredienti che possono essere introdotti nella vasca sono elementi base come la farina, l'acqua, l'olio, lo strutto, il sale e lo zucchero.
E' adatta per impasti teneri con 55-70% di acqua o medio duri con 50-55% di acqua e il prodotto finale non dovrà superare il peso di 5 kg.
Con questa impastatrice a spirale è vivamente sconsigliato l'utilizzo d'impasti d'uova perchè possono causare rotture meccaniche anche molto gravi.
La vasca fissa in acciaio inox 304 ha una capacità di farina di circa 3 kg e una capacità in litri di circa 7 lt.
Le trasmissioni dirette a catene permettono l'eliminazione dell'olio ed eliminano i noiosi rumori e costose manutenzioni.
La spirale e l'asta spacca pasta sono costruite in acciaio inox speciale, resistenti alle più forti sollecitazioni ed il pannello di comando è in bassa tensione (24 Volts).
Senza costi aggiuntivi si possono inoltre scegliere il tipo di alimentazione, monofase o trifase, e il tipo di verniciatura antigraffio, rossa, grigia o bianca.
La macchina è dotata di riparo mobile interbloccato che se sollevato dalla posizione di lavoro provoca lo spegnimento ed arresto immediato della vasca.